Home \ Ex Gruppo Rionale Fascista Giovanni Porcù del Nunzio
Scheda: Luogo - Tipo: Edifici

Ex Gruppo Rionale Fascista Giovanni Porcù del Nunzio

L’edificio, oggi utilizzato dalla Polizia Stradale, era stato appositamente collocato in quest’area per tenere sotto controllo una delle zone più “calde” della città data la vicinanza con lo stabilimento della Fiat Mirafiori e quindi la grande concentrazione di operai che potevano dare origine a eventuali disordini o manifestazioni contro il regime.


CORSO EUSEBIO GIAMBONE 2

Costruzione: 1938

  • Indice
  • Categorie
  • centro rionale
  • ufficio
    • Tag
  • mostra contemporanea
  • Costruito su progetto degli architetti Mario Passanti (1901-1975) e Paolo Perona (1902-1969) nel 1938 , il 23 ottobre dello stesso anno il gruppo rionale è inaugurato alla presenza del segretario del partito nazionale fascista Achille Storace, contemporaneamente alle altre due sedi dedicate a Cesare Odone e a Enrico Santoro. Oggi sede degli uffici della Polizia di Stato, l’edificio destinato alle attività politiche e ricreative del partito fascista è edificato su un’area della Fiat ceduta al Comune nel corso delle negoziazioni fondiarie per la costruzione dello stabilimento di Mirafiori. Si sviluppa, con volumi di due piani fuori terra, intorno a una corte trapezoidale, un lato della quale è chiuso da un portico, demolito negli anni Ottanta e poi ricostruito. Le murature esterne sono in mattoni a vista in cui si aprono finestre quadrate disposte in maniera asimmetrica. Internamente ospitava gli uffici politici, i locali dei fasci maschili e femminili, la G.I.L. (Gioventù italiana del littorio), un salone delle adunanze, e altri servizi, compreso un ambulatorio; nei sotterranei erano disposti un laboratorio, l’armeria delle sale da gioco e un rifugio antiaereo.

    La politica di creazione del consenso da parte del regime trova nell’opera di Passanti e Perona una particolare declinazione del concetto di “romanità”, che tramite le forme e i modi del Razionalismo torinese tende a trascendere in un “classicismo metafisico”. L’opera conferma infatti una precisa scelta dei progettisti che pur ricorrendo alle forme dello stile razionalista le mediano con delle caratteristiche proprie della tradizione italiana e piemontese , inserendo un alto arco che segna l’ingresso e altri tre che formano il portico retrostante, utilizzando il mattone come rivestimento a vista e il legno per alcune soffittature, con il risultato di creare un equilibrato rapporto tra la modernità e la consolidata storia architettonica locale.

    Note

    Da Politecnico di Torino Dipartimento Casa-Città, Beni culturali ambientali nel Comune di Torino, Società degli Ingegneri e degli Architetti in Torino, Torino 1984:
    EX GRUPPO RIONALE FASCISTA PORCU DEL NUNZIO, ORA SEDE DELLA POLIZIA STRADALE
    Corso Unione Sovietica, Corso Giambone 2

    Palazzina per servizi pubblici, già gruppo rionale fascista.
    Edificio di valore storico-artistico, tra i più significativi esempi torinesi di architettura razionalista. Inaugurato nel 1938, su progetto di Mario Passanti e Paolo Perona.

    «Torino», 1938; «L'Architettura Italiana», 1940; L. RE, in AA.VV., Torino città viva, 1980, p. 31.
    Tavola: 72/73

    • Bibliografia
    • Fototeca
    • Ente Responsabile
    • Mostra Torino: storia di una città