Home \ Pensione Europa
Scheda: Luogo - Tipo: Edifici

Pensione Europa

La Pensione Europa, situata all'angolo tra piazza Castello e via Roma fu uno dei luoghi più frequentati dai personaggi illustri che soggiornarono a Torino. Chiamata "Hotel d'Europe" nell'Ottocento, era un albergo molto rinomato.  Molti di loro hanno lasciato memoria delle loro visite. Lo stabile in cui la pensione aveva sede fu colpito e gravemente danneggiato durante il bombardamento del 13 luglio 1943. Attualmente l'edificio è stato riconvertito in appartamenti.


PIAZZA CASTELLO 99

Bombardamento: 13 Luglio 1943

  • Indice
  • Categorie
  • albergo
  • bombardamento
    • Tag
  • bombardamenti
  • 1. Storia dell'edificio

    L'edificio situato al civico 99 di piazza Castello, in muratura, di tre e cinque piani fuori terra, comprendeva appartamenti, uffici, negozi, laboratori, magazzini, un bar-sala da gioco, una scuola di lingue e la Pensione Europa che risultava occupare dodici locali. Chiamato nell'Ottocento "Hotel Europe", sembra che molti personaggi illustri vi abbiano soggiornato durante le loro visite a Torino. Lo stabile, in più occasioni ristrutturato nel corso degli anni, ospita attualmente civili abitazioni e attività commerciali.

    2. Bombardamenti

    L'edificio fu gravemente danneggiato da bombe incendiarie durante l'incursione aerea del 13 luglio 1943. Si registrarono la distruzione parziale della copertura del tetto e del primo piano. Altri due piani furono totalmente sinistrati con screpolature alle volte, crolli parziali di tramezze e distruzione parziale degli infissi. Sulla facciata esterna verso via Roma si verificarono scheggiamenti. La copertura del tetto fu totalmente ripristinata in breve tempo mentre venne successivamente effettuata una ristrutturazione a nuovo di tutto lo stabile in occasione della costruzione dei portici di via Roma.

    • Sitografia
    • Fonti Archivistiche
    • ASCT Fondo danni di guerra, inv. 79, cart. 2, fasc. 8, n.ord. 6
    • Fototeca

    Itinerari correlati

    • Ente Responsabile
    • Museo Diffuso della Resistenza della Deportazione della Guerra dei Diritti e della Libertà