Scheda: Evento - Tipo: Politico

Il Sessantotto studentesco: gli esordi

Nessuna Immagine

Il movimento studentesco torinese fu protagonista negli anni 1968-69, facendosi inizialmente portavoce delle esigenze legate al mondo degli studi e della cultura.


Data dell'evento: 1968 - 1969

Tag

  • sala 1961

L'inizio del Sessantotto torinese può essere considerato il 27 novembre 1967, quando gli studenti occuparono Palazzo Campana, sede delle facoltà umanistiche, anche se pochi, allora, potevano immaginare ciò che ne sarebbe seguito. L’occupazione finì il 27 dicembre con l’intervento delle forze dell’ordine e con severe misure disciplinari del Senato accademico che portarono alla cosiddetta «guerriglia culturale», un insieme di interventi alternativi e di azioni di disturbo fatti in aula dagli studenti. Da allora si susseguirono assemblee, occupazioni spesso subito sgomberate, cortei e manifestazioni lungo le vie cittadine e in pieno centro, non di rado coordinate con quelle di altre Università. Tredici capi del movimento furono colpiti da mandati di cattura (marzo 1968), cui si reagì con un corteo culminato nella rottura delle vetrine de «La Stampa» in via Roma. A fine anno, anche gli studenti delle superiori si unirono alla contestazione.

Luoghi correlati