Home \ Cesare Reduzzi (Torino 1857 - 1911)
Scheda: Soggetto - Tipo: Persona

Cesare Reduzzi (Torino 1857 - 1911)

Nessuna Immagine

Scultore. Professore all'Accademia Albertina di Torino. Tra le sue opere: Tiberius Claudius nel Museo Civico di Torino; Fior di Vita nella Galleria d'Arte Moderna a Roma; Carezze; La Lavandaia; fra i ritratti quello di Michele Coppino, di Vittorio Alfieri, di Giuseppe Verdi.


Nascita: 24 Settembre 1857
Torino

Morte: 09 Maggio 1911

  • Indice
  • Categorie
  • insegnante
  • scultore
  • Nasce a Torino il 24 settembre 1857 e ivi muore il 9 maggio 1911.
    Inizia sotto la guida dello scultore in legno e medaglista Giovanni Tamone. Allievo di Odoardo Tabacchi (1836-1905) presso l’Accademia Albertina di Torino, diviene a sua volta insegnante nel 1878. Dal 1880 partecipa alle esposizioni della Promotrice delle Belle Arti, tra sue opere si ricorda: Ritratto dal vero e Al ballo (esposte alla Promotrice delle Belle Arti di Torino rispettivamente nel 1880 e nel 1885), Cerea (esposta a Milano nel 1883), Post Fata e Op...là (1884), Tiberius Claudius (1891), e Fior di Vita (1892), Ritratto (1907). Dagli anni Novanta, si dedica alla realizzazione di gruppi monumentali e, dall'inizio del Novecento, la sua arte, soprattutto quella funeraria, si accosta al gusto liberty.
    Per la città di Torino scolpisce il monumento a Quintino Sella (1894), e i gruppi colossali Il Sangone per la Fontana dei Mesi del Parco del Valentino (1898) e L'arte` e Il Lavoro (o L`Industria) per il ponte Umberto I (1911).
    Per Roma realizza Il padre della Patria per il ponte Vittorio Emanuele (1910).

    • Bibliografia
    • Sitografia
    • Fototeca
    • Ente Responsabile
    • MuseoTorino 2019