Home \ Parco della Rimembranza
Scheda: Luogo - Tipo: Verde pubblico

Parco della Rimembranza

I grandi tasselli della Torino fordista trovano il loro controcanto nel grande parco posto sulla cima più alta della collina di Torino. Più di 90 ettari, 21.000 alberi, 45 km di strade e sentieri, il Faro della Vittoria di Edoardo Rubino. Una città della memoria sopra la città del lavoro, affacciata sul paesaggio delle Alpi occidentali.


Lat: 45.03137 Long: 7.72175

Inaugurazione: 1925

  • Indice
  • Categorie
  • parco
    • Tag
  • mostra contemporanea
  • giardini
  • Inaugurato con una solenne cerimonia il 20 settembre 1925 alla presenza del re Vittorio Emanuele III per celebrare la vittoria italiana nella prima guerra mondiale e i caduti torinesi, il parco della Rimembranza costituisce il nucleo più antico del parco della Maddalena, una delle più grandi aree verdi a Torino, con un’estensione di 892.000 metri quadrati. Il parco si sviluppa sulla punta più alta della collina torinese, il colle della Maddalena (715 m slm) e accoglie sui suoi 442.000 metri quadrati più di 400 specie botaniche organizzate in un arboretum, conservando la memoria dei 4.787 soldati deceduti nella Grande Guerra: accanto a ogni albero è affissa una targa con il nome di un caduto. Sulla cima del colle svetta la statua-faro della Vittoria alata, opera in bronzo dello scultore torinese Edoardo Rubino (1871-1954), presidente dell'Accademia Albertina. Viene commissionata nel 1928 dal senatore Giovanni Agnelli, che dona la statua alla città per commemorare il decimo anniversario della vittoria dell'Italia nella prima guerra mondiale sull'Austria e sulla Germania. Negli anni settanta il parco viene ampliato, con l’annessione di una superficie di 450.000 metri quadrati conservata a bosco naturale collinare.

    • Bibliografia
    • Sitografia
    • Ente Responsabile
    • Mostra Torino: storia di una città