Home \ Emanuele Tapparelli d’Azeglio (Torino 1816 - Torino 1890)
Scheda: Soggetto - Tipo: Persona

Emanuele Tapparelli d’Azeglio (Torino 1816 - Torino 1890)

Figura di primo piano nella storia del Museo Civico di Torino. La carriera diplomatica lo porta nelle principali capitali europee, dove entra in contatto con il circuito internazionale di antiquari, conoscitori e collezionisti. Dal 1848 al 1868 risiede a Londra, centro del dibattito culturale sulle arti decorative e sulle industrie artistiche. Qui matura la sua passione per oggetti di curiosità, legati a tecniche artistiche poco note e indagate. Tornato a Torino, fa dono al Museo Civico della propria collezione di maioliche e porcellane italiane, cui si aggiunge il lascito postumo di vetri graffiti a oro e di vetri dipinti. Sotto la sua direzione (1879-1890) il Museo accresce le proprie raccolte di arti applicate all’industria, sull’esempio del prestigioso South Kensington Museum di Londra (oggi Victoria and Albert Museum).