Scheda: Luogo - Tipo: Monumenti, lapidi e fontane

Lapide dedicata ad Amedeo Peyron

La lapide dedicata ad Amedeo Peyron (1785-1870), studioso di lingue antiche orientali e promotore del Museo Egizio fu posta dalla Municipalità, nel 1883, sul fronte della residenza in via Maria Vittoria in cui visse.


VIA MARIA VITTORIA 2/A

Realizzazione: 1883

Indice

Categorie

  • risorgimento | lapide

Tag

  • mostra risorgimento

Iscrizione

IN QUESTA CASA EBBE DIMORA/

AMEDEO PEYRON/

FRA I CULTORI/

DELLE FILOLOGICHE DISCIPLINE/

ERUDITISSIMO/

MORTO IL 27 APRILE 1870/

IL MUNICIPIO/

DECRETÒ QUESTO RICORDO/

IL 13 MAGGIO 1870

La lapide commemorativa in onore di Amedeo Peyron venne commissionata dalla Municipalità di Torino nell’anno del suo decesso, per essere posta sulla casa signorile in cui l'abate visse. Nell’epigrafe si evidenza la sua erudizione nelle discipline della filologia. Fu docente di Letterature orientali e classiche all’Università di Torino dal 1815, conducendo studi sui papiri greci dell’epoca tolemaica e sulla lingua copta, come è definito il lessico egiziano in epoca romana. Gli furono tributati vari riconoscimenti internazionali e fu nominato Senatore del Regno di Sardegna. L’Amministrazione comunale deliberò nel 1883 la definitiva affissione della lapide marmorea. Il proprietario dell’immobile e i famigliari concessero l’autorizzazione richiedendo che essa fosse collocata al primo piano dell’edificio, per una maggiore visibilità pubblica, nonostante egli avesse abitato al terzo piano. Il palazzo in cui Peyron risedette risulta significativamente vicino sia all’ingresso dell’Accademia delle Scienze, di cui fu membro, che al Museo Egizio, di cui fu promotore.

Fonti Archivistiche

  • - Archivio Storico della Città di Torino, Atti Municipali, 1870, GM. 402
  • - Archivio Storico della Città di Torino, Atti Municipali, 1883, CC. 301
  • - Archivio Storico della Città di Torino, Affari Lavori Pubblici, 1883, Monumenti e Lapidi, Cart.126, Fasc. 2

Soggetti correlati