Home \ Zaverio Calpini (Vanzone, Verbania, 1820 - 1905)
Scheda: Soggetto - Tipo: Persona

Zaverio Calpini (Vanzone, Verbania, 1820 - 1905)

Originario della Val d’Ossola, nel 1848 emigra a Città del Messico dove apre con il fratello Francesco una ditta specializzata nell’importazione di articoli tecnici (strumenti di ottica, ingegneria e disegno). Dopo un breve rientro in patria per sposarsi, torna in Messico e da quel momento esercita anche il ruolo di console onorario d’Italia. Nel 1867 vende la società e rientra in Piemonte, dove ricopre le cariche di consigliere comunale e di sindaco di Vanzone in Val d’Ossola. Nel 1876 dona al Museo Civico di Torino la sua collezione di oggetti di arte mesoamericana. Lascia inoltre al Museo Galletti di Domodossola alcuni reperti archeologici ritrovati a Vanzone, una ricca raccolta di uccelli e mammiferi americani e, nel 1889, numerosi oggetti di carattere etnografico e archeologico provenienti dal Messico.


  • Ente Responsabile
  • Palazzo Madama - Museo Civico d'Arte Antica