Home \ Lapide dedicata a Cibrario Giuseppe, Moretti Domenico, Fenoglio Arturo
Scheda: Luogo - Tipo: Monumenti, lapidi e fontane

Lapide dedicata a Cibrario Giuseppe, Moretti Domenico, Fenoglio Arturo

Lapide dedicata a Giuseppe Cibrario, Domenico Moretti, Arturo Fenoglio, collocata in lungo Dora Firenze (ex Ceat) angolo corso Regio Parco.


Lat: 45.07643259217194 Long: 7.691993929402088

Realizzazione: Settembre 1945 - Ottobre 1946

Restauro: 2011
Intervento conservativo a cura del Centro Conservazione e Restauro La Venaria Reale

1. Cibrario Giuseppe (1912 - 1944)

"Nato a Torino il 19 ottobre 1912, abitante in via Barbaroux 25, meccanico. Durante la guerra di liberazione fu partigiano nella 19ª brigata Garibaldi in collegamento con le formazioni cittadine sappiste. La notte del 21 ottobre 1944 con i compagni Domenico Moretti e Arturo Fenoglio, venne arrestato a Torino in lungo Dora Firenze nei pressi degli stabilimenti Ceat, mentre a bordo di un motofurgoncino stavano trasportando dei materiali di rifornimento per le formazioni di montagna. Tutti e tre vennero dapprima condotti nella caserma di via Asti e sottoposti a feroce tortura. Riportati nello stesso luogo dell’arresto, vennero finiti a colpi di mitra da militi della Gnr ed appesi all’orinatoio.

Asct, scheda anagrafica

Aisrp, Banca dati Partigianato piemontese

“La Fiaccola Ardente”, 2, n. 2, febbraio 1947, p. 3

Aimlt, Registro autopsie, 1944, verbale n. 6758" (1)

2. Moretti Domenico (1913 - 1944)

"Nato a Torino il 17 aprile 1913, abitante in via Tunisi 175, tornitore, appartenente all’11ª brigata Sap. Il padre era caduto durante la Prima Guerra mondiale; cresciuto in modestissime condizioni di vita, era entrato a lavorare alla Fiat Spa come operaio.

Aisrp, Banca dati Partigianato piemontese

“La Fiaccola Ardente”, 2, n. 2, febbraio 1947, p. 3" (1)

3. Fenoglio Arturo (1913 - 1944)

"Nato a San Raffaele di Gassino, in provincia di Torino il 13 marzo 1913, verificatore del gas. Giunto a in città da Gassino nel giugno 1939; si stabilì in via Clemente 30 nell’aprile del 1943. Partigiano nella 33ª brigata Sap cittadina.

Asct, scheda anagrafica

Aisrp, Banca dati Partigianato piemontese

“La Fiaccola Ardente”, 2, n. 2, febbraio 1947, p. 3" (1)

 

Note

(1) Testo tratto da Adduci, Nicola [et al.] (a cura di), Che il silenzio non sia silenzio. Memoria civica dei caduti della Resistenza a Torino, Museo diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà - Istoreto, Torino 2015, p. 96

  • Bibliografia
  • Sitografia
  • Fonti Archivistiche
  • Aisrp, Archivio dell’Istituto piemontese per la storia della resistenza e della società contemporanea
  • Asct, Archivio storico della Città di Torino
  • Aimlt, Archivio dell’Istituto di Medicina Legale di Torino
  • Ente Responsabile
  • Istoreto
  • MuseoTorino
  • Museo Diffuso della Resistenza della Deportazione della Guerra dei Diritti e della Libertà