Home \ Palazzetto dello Sport (PalaRuffini)
Scheda: Luogo - Tipo: Edifici

Palazzetto dello Sport (PalaRuffini)

Costruito nel 1961, il Palazzetto dello Sport ha vissuto il suo periodo d’oro tra gli anni Settanta e Novanta, grazie al basket, alla pallavolo e i grandi concert pop e rock. Passato in secondo piano, dopo la ristrutturazione del 2004 è tornato a essere un punto di riferimento per lo sport torinese.


Lat: 45.05775891491664 Long: 7.6324403285980225

Costruzione: 1961

Rifacimento: 2004

  • Indice
  • Categorie
  • impianto sportivo
  • Nel contesto delle celebrazioni del centenario dell’unità d’Italia, Torino viene dotata, come Roma con il PalaEur, di un palazzetto dello sport. Come nel caso di Roma, che l’anno precedente aveva ospitato le Olimpiadi estive, si tratta di un impianto costruito appositamente per l’attività sportiva professionale e lo spettacolo, ma che non arricchisce per nulla la dotazione cittadina per la pratica attiva dello sport.
    Non è un caso quindi se l’autore del palazzetto dello Sport (più popolarmente conosciuto come PalaRuffini) è Annibale Vitellozzi, che collaborò con Pierluigi Nervi al progetto del PalaEur, ormai vera e propria personalità nel campo degli impianti sportivi. Come afferma lo stesso Vitellozzi: «Fra i Palazzi dello sport da me progettati prediligo quello di Torino per la composizione ardita e un possibile impiego multiplo».
    Il PalaRuffini è caratterizzato da una grande copertura a volta sferica, che all’esterno appare a tronco di piramide; una serie di travi radiali in acciaio, appoggiate su plinti in cemento armato, sostengono la copertura con un sistema di tiranti in acciaio. Le strutture sono state progettate dall’ingegner Vittorio Albera e la costruzione della Società Nazionale Officine Savigliano.
    Autonomo rispetto a questa struttura, l’anello della platea gradinata, del diametro di quasi cento metri, appoggia direttamente al suolo e può accogliere fino a ottomila persone. Sotto di esso, si trovano i servizi per gli atleti e per il pubblico, gli ingressi e i collegamenti verticali.
    Il “periodo d’oro” del PalaRuffini è collocabile negli anni Ottanta, con alcuni memorabili concerti rock e i trionfi dell’Auxilium Torino nel basket e del CUS Torino nella pallavolo. La costruzione nel 1994 del PalaStampa (poi divenuto PalaMazda) in corso Ferrara, di fianco allo stadio Delle Alpi per un certo periodo ha messo in secondo piano l’impianto, che nel 2004 è stato completamente ristrutturato. Oggi ospita nuovamente concerti e, dal 2009, il basket, con le partite della PMS (Pallacanestro Moncalieri - San Mauro) che gioca nel campionato dilettanti.

    Note

    Da Politecnico di Torino Dipartimento Casa-Città, Beni culturali ambientali nel Comune di Torino, Società degli Ingegneri e degli Architetti in Torino, Torino 1984:
    PALAZZETTO DELLO SPORT
    Parco Ruffini

    Edificio coperto per lo sport.
    Segnalazione di edificio di interesse documentario, significativa testimonianza di architettura per lo sport contemporanea.
    Progetto di Annibale Vitellozzi del 1961.

    «L'Architettura - Cronache e Storia», 1962, n. 79.
    Tavola: 47

    • Bibliografia
    • Sitografia
    • Fototeca

    Luoghi correlati

    Temi correlati