Home \ Ex stabilimento SAFOV
Scheda: Luogo - Tipo: Edifici

Ex stabilimento SAFOV

Bombardato nel 1943 dall’aviazione alleata, l’edificio ospita dal 1942 la SAFOV, azienda che durante il periodo bellico si specializza nella costruzione di montacarichi e ascensori, continuando le proprie lavorazioni fino al 1972, anno di chiusura dello stabilimento. Attualmente è sede di una scuola materna.


VIA MICHELE BUNIVA 28

Costruzione: 1897

Notizie dal: 1942
Trasferimento degli impianti SAFOV nell'edificio di via Buniva 28

Bombardamento: 13 Luglio 1943

Bombardamento: 08 Agosto 1943

Variazione: 1972
Chiusura stabilimento

  • Indice
  • Categorie
  • bombardamento
  • asilo
  • officina
  • fabbrica
    • Tag
  • bombardamenti
  • Bombardamenti

    Le incursioni aeree del 13 luglio e dell'8 agosto 1943, colpiscono lo stabilimento SAFOV con bombe dirompenti e incendiarie che causano il crollo di tettoie, volte e muricci, danni al tetto e agli infissi.  Le opere di ristrutturazione risultano, nell'agosto 1944, già eseguite.

    Note

    Da Politecnico di Torino Dipartimento Casa-Città, Beni culturali ambientali nel Comune di Torino, Società degli Ingegneri e degli Architetti in Torino, Torino 1984:
    EX FONDERIA G. MARTINA, POI SAFOV
    Via Buniva 28, Corso Regina Margherita

    Edificio ad uso industriale.
    Edificio di valore documentario e ambientale, tipico esempio di edilizia otto-novecentesca per l'industria.
    Edificio eseguito nel 1897 su disegno di Giovanni Thermignon per la ditta G. Martina. Integrazioni nel 1909 (elevamento di un piano su Via Buniva) a cura di Giovanni Thermignon e Guido De Benedetti, ora destinato — ad eccezione del capannone — a scuola media, da parte del Comune, e pesantemente alterato.

    G. M. LUPO, L. RE, 1979, pp. 15-17; AA.VV., Restauro e riuso […], 1980, pp. 30-51.
    Tavola: 42

    • Bibliografia
    • Sitografia
    • Fonti Archivistiche
    • ASCT Fondo danni di guerra, inv. 410, cart. 8, fasc. 3, n. ord. 1
    • Fototeca
    • Ente Responsabile
    • ISMEL
    • Museo Diffuso della Resistenza della Deportazione della Guerra dei Diritti e della Libertà