Scheda: Luogo - Tipo: Edifici

Istituto Tecnico Commerciale Vera e Libera Arduino

Ospitato nell’antica sede dell’Istituto Nazionale delle Figlie dei Militari, l’Istituto collabora operativamente con i diversi istituti ospedalieri per la formazione dei degenti.


VIA FIGLIE DEI MILITARI 25

Inaugurazione: 1888

Translate

Categorie

  • scuola

Ospitato nella stessa sede degli istituti “Gobetti Marchesini” e “Altiero Spinelli”, il Tecnico “Arduino” nasce nell’anno scolastico 1978-1979, dalla fusione di due succursali (la sezione ragionieri dell’ITCS “Sella” e la sezione periti del “X Istituto”, poi intitolato ad Aldo Moro). Il nome dell’Istituto ricorda le due sorelle Arduino (Vera, 1926-1945, e Libera, 1929-1945), figlie di un operaio antifascista delle Ferriere Fiat, uccise dai fascisti nel 1945. L’edificio, opera dell’ingegner Angelo Reycend e originariamente destinato ad accogliere le allieve dell’Istituto nazionale delle Figlie dei Militari, è inaugurato nel 1888 in occasione delle nozze del principe Amedeo d’Aosta con la principessa Laetitia. All’Istituto tecnico è collegata la scuola ospedaliera dall’a.s. 1999-2000 in via sperimentale, dal 2001-2002 con riconoscimento pieno. L’Istituto è sede, inoltre, del servizio territoriale sulle “Necessità Educative Speciali”, che si occupa di potenziare i servizi per i disabili. La scuola offre al suo interno laboratori di informatica, laboratori linguistici, biblioteca, sale audiovisivi, laboratori scientifici.

Sitografia

Luoghi correlati

Ente Responsabile

  • Fondazione Tancredi di Barolo