Scheda: Soggetto - Tipo: Persona

Amprino Armando (1924 - 1944)

Amprino Armando, meccanico. Nato a Coazze in provincia di Torino il 22 maggio 1924, qui residente, partigiano della 43ª divisione autonoma De Vitis, condannato a morte dal Tribunale Co.gu., fucilato il 22 dicembre 1944 (Aisrp, Banca dati Partigianato piemontese; Aisrp, C 69 b, Elenco detenuti giustiziati al Martinetto; Padre Ruggero, I “miei” condannati a morte, cit., pp. 28 ss.; P. Malvezzi, G. Pirelli (a cura di ), Lettere di condannati a morte della Resistenza italiana, cit., p. 11) (1) Nel fondo Associazione nazionale famiglie martiri caduti per la libertà compare con il nome di "Amprimo".


Nascita: 22 Maggio 1924

Morte: 22 Dicembre 1944

Categorie

  • partigiano

Note

(1) Testo tratto da Adduci, Nicola [et al.] (a cura di), Che il silenzio non sia silenzio. Memoria civica dei caduti della Resistenza a Torino, Museo diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà - Istoreto, Torino 2015, p. 71

Fonti Archivistiche

  • Aisrp, Archivio dell’Istituto piemontese per la storia della resistenza e della società contemporanea
  • Aisrp, Fondo Associazione nazionale famiglie martiri caduti per la libertà

Luoghi correlati

Ente Responsabile

  • Istoreto
  • MuseoTorino