Scheda: Luogo - Tipo: Edifici

Casa di abitazione via Leinì 20

Edificio residenziale di non particolare pregio dei primi del Novecento.


VIA LEINI' 20

Costruzione: 1900

Ampliamento: 1911

Trasformazione: 1929
sopraelevazione di due piani

Translate

Categorie

  • negozio | abitazione

Primo proprietario è la Società Mutuo Soccorso Operaia della Barriera di Milano. Progetta l’edificio l’ing. Augusto Artom. La facciata presenta un bel balcone angolare al primo piano e decorazioni di fiori e fronde nella fascia marca piano che separa il primo edificio dai piani oggetto di sopraelevazione. Lo stabile ospita anche uno spaccio cooperativo, non più in attività, la cui scritta è ancora visibile. La casa è rimasta di proprietà della Società di Mutuo Soccorso fino al secondo dopoguerra.

Negli anni Venti fu ucciso dai fascisti, nei locali della cooperativa, Natale, corista del teatro Regio e nonno del futuro sindaco di Torino Diego Novelli. Nel libro Com'era bello il mio PCI, Diego Novelli racconta: "L'obiettivo della spedizione punitiva era la rossa bandiera di velluto e di panno con al centro due mani che si stringevano, conservata in una bacheca appesa alla parete del grande salone dove i soci della cooperativa giocavano a carte, o bevevano, in compagnia, il quartino di vino. Non ci furono testimoni. E' certo che ci fu una colluttazione in cima alla scala di legno che dalla strada immetteva direttamente nei locali della società".

Fonti Archivistiche

  • ASCT, progetti edilizi, 1911, n. 820
  • AECT, progetti edilizi, 1929, n. 1123

Luoghi correlati

Ente Responsabile

  • Officina della Memoria