Scheda: Luogo - Tipo: Edifici

Caffè Elena

Affacciata sotto i portici di piazza Vittorio Veneto, questa storica e vivacissima caffetteria molto frequentata dai torinesi – un tempo il bar preferito dallo scrittore Cesare Pavese, ha conservato immutati arredamento e l'atmosfera discreta del primo Novecento.


PIAZZA VITTORIO VENETO 5/B

Realizzazione: 1899

Indice

Categorie

  • caffè

Tag

  • locali storici

Descrizione

L'insegna della ditta Carpano dipinta su vetro nella lunetta della sovrapporta dell'ingresso è un omaggio al suo fondatore Giuseppe Carpano che qui, tra il 1899 e il 1902, mise a punto la ricetta del suo vermouth, elisir di vino bianco ed erbe inventato a Torino nel 1786. Il locale si apre nel sottoportico con due accessi a portale in marmo rosa che incorniciano i lineari serramenti in legno rischiarati da lampioni a parete. L'insegna del caffè Elena è composta da lettere applicate direttamente sulla parete dell'edificio.

Gli arredi interni risalgono a fine Ottocento-primo Novecento. Il solenne bancone dal rosone scolpito al centro, forse della ditta Strola, proviene dal Caffè Nazionale di via Po; attualmente risulta modificato in corrispondenza del passaggio al retro. A destra dell'ingresso si apre una calda saletta con boiseries a semplici pannelli rettangolari, specchi, due dipinti di G.M. Bertagna, tavolini dal piano in breccia rossa, sedie e poltroncine d'epoca.

Fonti Archivistiche

  • Archivio Storico della Città di Torino, Miscellanea Amministrazione n. 912
  • Legge Regionale 4 marzo 1995/n. 34 “Tutela e valorizzazione dei locali storici” catalogo Guarini Piemonte, presso CSI Piemonte, Ruffino M. P./Galfione-Barozzo P., scheda n. R0081901 e Allegati

Itinerari correlati

Ente Responsabile

  • MuseoTorino, 2016