Scheda: Soggetto - Tipo: Persona

Silvio Geuna (Chieri 1909 - Torino 1998)

Nessuna Immagine

Illustre figura nella storia della Resistenza piemontese e in quella civile segnata da una militanza di cattolico impegnato in vari ruoli di responsabilità. Partigiano a capo del Comitato di liberazione, nel 1944 venne catturato all'interno del Duomo dai fascisti e condannato alla fucilazione dove chiese di morire al posto del generale Perotti, comandante militare del Piemonte. Liberato dai partigiani entrò nuovamente in politica ricoprendo diverse cariche istituzionali: deputato alla costituente nuovamente alla camera e assessore all'edilizia nel Comune di Torino. Ormai avanti negli anni, continuò la sua fervida attività scrivendo un libro sulle memorie della sua prigionia: Le Rossi Torri di Ivrea. Ottenne la medaglia al valor militare e due croci di guerra al merito partigiano.

Categorie

  • politico | partigiano