Scheda: Tema - Tipo: Architettura e urbanistica

Riqualificazione di San Salvario e Porta Palazzo

Due quartieri nel centro di Torino dalle storie diverse, ma accomunati da un ricco tessuto multiculturale, che ne fa i principali laboratori sociali della Torino contemporanea.


Inizio: 1996
- oggi

Categorie

  • quartiere

Tag

  • mostra contemporanea

Borgo San Salvario e Porta Palazzo si potrebbero definire i due principali laboratori della Torino multietnica: alle opposte estremità del centro di Torino, i due quartieri sono dotati di una forte identità multiculturale, che ha le sue radici nelle prime ondate migratorie che interessano Torino nel Novecento e che deflagra negli anni novanta del secolo scorso, con l’insediamento di nuove comunità provenienti da diverse zone del mondo. Primi approdi per i nuovi arrivati in città, San Salvario e Porta Palazzo sono quartieri densamente popolati, dove convivono culture e religioni diverse. L’interculturalità è una delle leve su cui le politiche locali hanno puntato per risolvere il degrado edilizio, sociale e commerciale che colpiscono (in modi diversi) i due quartieri. Nel caso di Porta Palazzo, nel 1996 il quartiere diventa oggetto di un Progetto Pilota Urbano volto a migliorarne le condizioni di vita e di lavoro («The Gate – Living not leaving», dal 2002 Agenzia di Sviluppo Locale). L’operazione prevede il coinvolgimento di partner pubblici e privati per innescare un processo di riqualificazione tramite azioni e progetti che favoriscano lo sviluppo economico, sociale e culturale, insieme alla trasformazione fisica del territorio di Porta Palazzo e Borgo Dora. A San Salvario,  borgo caratterizzato da un'elevata presenza di attività commerciali e artigianali sostenuta da un fitto tessuto associativo, la risorsa per la rigenerazione delle sue zone conflittuali è principalmente costituita dalla progettualità dal basso e dalla partecipazione degli abitanti alla vita sociale del quartiere. Qui, con numerosi gruppi informali e associazioni, opera l'Agenzia per lo sviluppo locale di San Salvario Onlus, organizzazione non-profit di secondo livello (ne fanno parte circa 20 associazioni) che punta a una riqualificazione del quartiere basata sulla sostenibilità sociale ed economica.

Temi correlati

Luoghi correlati

Ente Responsabile

  • Mostra Torino: storia di una città