Home \ Edifici per l’assistenza militare
Scheda: Tema - Tipo: Istituzioni civili, militari e religiose

Edifici per l’assistenza militare

Nessuna Immagine

Un importante aspetto della presenza militare sul territorio cittadino è strettamente connesso con le opere dedicate alla sanità, secondo un progetto organizzativo che nasce già con Carlo Alberto e si concretizza con la costruzione dell’ospedale Alessandro Riberi nel Novecento.

 


Periodo di riferimento: 1844 - 1910

  • Indice
  • Categorie
  • militare
  • La decisione di trasferire la sanità militare dall’ormai vetusta sede nei pressi dell’Accademia Albertina. alimenta un vivace dibattito che si sviluppa tra la metà dell’Ottocento e il primo decennio del Novecento.
    Nel 1844 il Re Carlo Alberto fa bandire un concorso per il progetto di un ospedale militare da realizzarsi in un’area prossima al Valentino e da questa prima ipotesi ha inizio un serrato dibattito per scegliere l’ubicazione della futura struttura ospedaliera tra il Valentino e la zona di Porta Susa.
    Tale progetto non giunge a conclusione, per cui l’amministrazione opta per l’adeguamento e l’ampliamento dell’antico convento di Santa Croce. Quest’ultimo rimane dunque attivo fino ai primi anni del Novecento, quando , nel 1904, si stipula la convenzione tra l’Amministrazione della Guerra e il Municipio di Torino che prevede la costruzione di un ospedale militare divisionale nella zona della nuova piazza d’armi.
    L’attenzione, fin dal periodo pre-unitario, con cui si procede nel programmare e realizzare interventi di edilizia militare, non trascura nessun particolare, includendo la pianificazione di strutture a uso medico assistenziale che vengono costantemente aggiornate in base alle necessità e ai progressi in campo sanitario.
    Tale processo è indice della ferma volontà di diffondere ogni aspetto dell’istituzione militare nel tessuto torinese, secondo uno schema che tende a fare di Torino un modello esemplare a livello nazionale.

     

     

    • Bibliografia
    • Ente Responsabile
    • CeSRAMP - Centro Studi e Ricerche storiche sull’Architettura Militare in Piemonte