Home \ Giardini Reali
Scheda: Luogo - Tipo: Verde pubblico

Giardini Reali

A partire dal 1634 è allestito il primo nucleo dei giardini. Con l’ampliamento della città verso il Po (1673) i giardini s’ingrandiscono con la realizzazione di nuovi parterres, fontane e un secondo garittone al bastione di San Maurizio, oltre a quello già presente del Bastion Verde, opera di Ascanio Vitozzi. I giardini furono radicalmente trasformati tra il 1697 e il 1702 dal francese Duparc sul genere introdotto da André Le Notre per i giardini di Luigi XIV. Negli anni napoleonici fu ornato da vasi e statue marmoree provenienti dalla Reggia di Venaria. L’area dei giardini di Palazzo Reale si estendeva non solo sopra i bastioni, ma anche nella parte sottostante, compresa tra l’attuale Via Rossini, Corso San Maurizio, Corso Regina Margherita e la zona del Bastion Verde. La porzione di giardino inferiore, già Tenimento Spalla, nel 1864 è adattata per ospitare il Giardino Zoologico Reale voluto da Vittorio Emanuele II.


Lat: 45.07238085888965 Long: 7.689772600555443

Costruzione: 1634

Ampliamento: 1673

Trasformazione: 1697 - 1702

  • Categorie
  • risorgimento
  • giardino
    • Tag
  • mostra risorgimento