Home \ Prima Piazza d'Armi detta piazza d’Armi di San Secondo
Scheda: Luogo - Tipo: Verde pubblico

Prima Piazza d'Armi detta piazza d’Armi di San Secondo

Nessuna Immagine

Grande spiazzo extra urbano destinato ad ospitare le parate militari, le adunate popolari e, lungo i viali circostanti, le passeggiate dei torinesi. La sede della piazza d’Armi cambiò successivamente più volte a partire dalla prima collocazione nella zona di porta Nuova.


Lat: 45.063791 Long: 7.67586

Progetto: 1817

Costruzione: 1822

Dismissione: 1850

  • Indice
  • Categorie
  • piazza
    • Tag
  • mostra contemporanea
  • La prima piazza d’Armi di Torino, detta di San Secondo, venne ideata nell’ambito del progetto di espansione urbana che prese il via nel periodo di occupazione francese della città e che ebbe uno dei suoi elementi propulsivi nell’abbattimento delle mura e delle fortificazioni decretato da Napoleone. Il vasto spiazzo, compreso tra il tracciato dell’attuale corso Matteotti, via Volta e la sua continuazione (attuale via Camerana), via Assietta e l’attuale corso Galileo Ferraris, aveva lo scopo di ospitare le esercitazioni militari e le adunate popolari durante i festeggiamenti. I viali che circondavano la piazza, inoltre, costituivano una delle mete preferite delle passeggiate degli abitanti di Torino. La piazza d’Armi era situata nella zona di Porta Nuova, che fino agli anni Cinquanta dell’Ottocento non ospitava ancora la stazione, ma era semplicemente l’accesso sud della città, presso la quale arrivava la strada di Genova. Intorno alla metà dell’Ottocento, sotto la spinta dell’espansione edilizia la piazza d’Armi venne spostata più a ovest e parte del terreno occupato dalla precedente venne rapidamente lottizzato ed edificato.

     

    Note


    • Bibliografia
    • Ente Responsabile
    • Mostra Torino: storia di una città