Home \ Fratelli Razzano, Minoli e Co. Caramelle, cioccolato, confetti e affini
Scheda: Luogo - Tipo: Edifici

Fratelli Razzano, Minoli e Co. Caramelle, cioccolato, confetti e affini

I locali adibiti a industria di cioccolato, caramelle e confetti Fratelli Razzano, Minoli e Co., attiva almeno dal 1937, in via Ternengo 2, furono sinistrati durante i bombardamenti del 1942 e 1943. Nella porzione di fabbricato in via Tollegno ha avuto sede la Lavazza fino al 2009. L'intero fabbricato tra le vie Tollegno e Ternengo è stato oggetto di ristrutturazione recente e sarà probabilmente adibito a uffici.


VIA TERNENGO 2

Costruzione: 1910

Bombardamento: 08 Dicembre 1942

Bombardamento: 13 Luglio 1943

Variazione: 2009
La Lavazza si trasferisce

  • Indice
  • Categorie
  • bombardamento
  • fabbrica
    • Tag
  • bombardamenti
  • trasform
  • Bombardamenti

    L'isolato compreso fra le vie Ternengo, Tollegno, Pacini e Bologna era costituito da negozi, edifici di civile abitazione, autorimesse, laboratorio, un'industria meccanica in via Bologna 91 e fabbriche. Fra queste ultime, secondo la scheda di rilevamento dei danni agli edifici, era un'industria di frigoriferi; la Guida di Torino commerciale e amministrativa 1942-1943 Paravia, invece, allo stesso civico 87 di via Bologna, segnalava il Consorzio Industriale Fiammiferi.

    I sei locali adibiti a industria di cioccolato, caramelle e confetti Fratelli Razzano, Minoli e Co., attiva almeno dal 1937, in via Ternengo 2, furono sinistrati da bomba dirompente e incendiaria nel dicembre 1942 e luglio 1943. Si registrarono lesioni alle solette ed ai muricci con schiantamento degli infissi. Un ripristino parziale si registrava già al febbraio 1945.

    Nella porzione di fabbricato in via Tollegno ha avuto sede la Lavazza per un lungo periodo; nel 2009 l'azienda ha lasciato i vecchi indirizzi di corso Novara e via Tollegno 16 e 22 per trasferirsi - poco distante - nell'area tra via Bologna e corso Palermo lasciata libera dall'Enel. L'intero fabbricato tra le vie Tollegno e Ternengo è quindi stato oggetto di ristrutturazione e sarà probabilmente adibito a uffici.

    • Bibliografia
    • Sitografia
    • Fonti Archivistiche
    • ASCT, Fondo danni di guerra, inv. 1608 cart. 33 fasc. 20 n. ord. 1
    • Fototeca
    • Ente Responsabile
    • Museo Diffuso della Resistenza della Deportazione della Guerra dei Diritti e della Libertà