MuseoTorino
Home \ In evidenza \ MuseoTorino: facile conoscere. IV

MuseoTorino: facile conoscere. IV

MuseoTorino partecipa all’iniziativa Torino verso una città accessibile, programma di eventi promosso dalla Città di Torino, dedicato al tema del patrimonio e dell’accessibilità culturale universale.

MuseoTorino è, per sua natura, facilmente accessibile: è liberamente consultabile in rete, sempre, da ogni luogo e mette a disposizione di tutti la conoscenza della città.

Il quarto appuntamento propone alcuni temi e itinerari di storia recente: per non dimenticare.

 


  • Scelte per voi

Che il silenzio non sia silenzio

Che il silenzio non sia silenzio. Memoria civica dei caduti della  resistenza. Nuova edizione a cura di Nicola Adduci, Barbara Berruti, Luciano Boccalatte, Andrea D'Arrigo, Giuliana Minute © edizione 2015 Museo diffuso della Resistenza, Istoreto. In ricordo di Bruno Carli che ha tenuto viva la memoria dei caduti della Resistenza. Riproduciamo in questa scheda i materiali, i saggi, gli itinerari che sono pubblicati nel volume *.

La deportazione degli ebrei

Gli ebrei torinesi erano vissuti tranquillamente sotto il fascismo, cittadini come gli altri, talora abbienti e non di rado iscritti al Partito, ma furono sufficienti poche ore per mutare definitivamente e drammaticamente tutto.

Sfollamento di uomini e decentramento degli impianti

L’incedere dei bombardamenti alleati porta un gran numero di torinesi a lasciare la città: nell’estate del 1943 circa la metà dei torinesi sfolla verso i centri minori considerati più sicuri. Anche alcune industrie, per timore dei danni delle bombe, decidono di decentrare parte della propria produzione.  

Bombardamenti a Torino

La notte tra l’11 e il 12 giugno 1940 si abbatte su Torino la prima incursione alleata. Le bombe cadono sulla città fino al 5 aprile del 1945, colpendo, oltre alle fabbriche, anche case, edifici pubblici, monumenti e strade, e provocando centinaia di morti tra la popolazione civile.  

1938 Leggi razziali

La Resistenza in città e la Liberazione («Aldo dice 26x1»)

In città ebbero luogo azioni importanti di Resistenza e vi si diresse buona parte dell’attività clandestina regionale. La città si liberò, prima dell’arrivo degli alleati, il 26 aprile 1945.

La seconda guerra mondiale

La seconda guerra mondiale devastò la città: il razionamento alimentare, i problemi economici, la paura per i cari al fronte e i numerosi bombardamenti sconvolsero la quotidianità di Torino in quegli anni.

La città e le leggi razziali

Questa scheda raggruppa alcuni luoghi in città che sono collegati alla comunità ebraica in Torino nel periodo delle leggi razziali, emanate nel 1938. E' un contributo di MuseoTorino al progetto "1938-2018. A 80 anni dalle Leggi razziali". I contenuti si devono a ricerche e studi dell'ISTORETO.  

  • con il sotegno della
    Compagnia di San Paolo
  • partner
    Iren eni gtt
  • technical partner
    topix
  • social network
    Scopri MuseoTorino su Twitter Scopri MuseoTorino su Facebook
Vai al sito della città di Torino