Home \ Chiesa di Santa Barbara
Scheda: Luogo - Tipo: Edifici monumentali

Chiesa di Santa Barbara

L’attuale chiesa dedicata a Santa Barbara, costruita tra il 1867 e il 1869, sostituisce quella che fu abbattuta insieme alla Cittadella militare di cui faceva parte. E’ opera dell’architetto Pietro Carrera (1835-1887). L’edificio fu bombardato l’8 agosto del 1943.


Lat: 45.07265306891903 Long: 7.673322558403015

Costruzione: 08 Maggio 1867
posa della prima pietra

Inaugurazione: 18 Aprile 1869
consacrazione della chiesa

Realizzazione: 1889
altare della Madonna di Pompei

Realizzazione: 1926
monumento sepolcrale di San Leonardo Murialdo (1828-1900), opera di Anacleto Barbieri (1888-1949)

Bombardamento: 08 Agosto 1943

Notizie dal: 09 Agosto 1943 - 10 Agosto 1943
incendio causato dai bombardamenti

Realizzazione: 24 Marzo 1974
altare della Madonna delle Spine

  • Indice
  • Categorie
  • bombardamento
  • santo
  • chiesa
    • Tag
  • bombardamenti
  • 1. Storia dell'edificio

    La chiesa sorge all’interno dell’area un tempo occupata dalla Cittadella, imponente fortezza voluta da Emanuele Filiberto (1528-1580) a difesa della città. Nel 1856 la Cittadella è smantellata ad eccezione del Mastio e la vasta area viene urbanizzata. E’ preceduta da un piccolo giardino chiuso da una cancellata in ferro, la facciata in stile eclettico si ispira a modelli bizantineggianti. Sopra il portale una nicchia accoglie la statua di Santa Barbara ed ai lati quelle di San Solutore e San Massimo. Entrando a destra si trova l’altare della Madonna di Pompei (1889). La pala dedicata alla Madonna del Rosario è del pittore Enrico Reffo (1831-1917); seguono l’altare del Crocifisso, che conserva una reliquia di San Leonardo Murialdo, e il  monumento sepolcrale con il suo busto innalzato nel 1926 da Anacleto Barbieri. Due bassorilievi ricordano la sua opera di carità per i ragazzi poveri e abbandonati. San Leonardo Murialdo è stato tumulato qui nel 1917, le sue spoglie sono state poi traslate al Santuario di Nostra Signora della Salute, in via Vibò 24, nel 1971 dopo la sua canonizzazione. Nella cappella successiva si trova un’opera di arte contemporanea, una lastra di rame che raffigura la Madonna delle Spine (1974). L’ultimo altare è dedicato al Sacro Cuore: la pala d’altare (1888) è opera del pittore Enrico Reffo. Infine nell’abside è dipinta in un ovale Santa Barbara, opera del pittore Giuseppe Monticelli (1841-1878).

    2. Bombardamenti

    La chiesa di Santa Barbara fu colpita durante il bombardamento notturno dell’8 agosto 1943, effettuato dalla RAF con bombe di grosso e grossissimo calibro. Fu gravemente danneggiata la cupola e lesionato il campanile.

    Note

    Da Politecnico di Torino Dipartimento Casa-Città, Beni culturali ambientali nel Comune di Torino, Società degli Ingegneri e degli Architetti in Torino, Torino 1984:
    CHIESA DI S. BARBARA
    Via Assarotti, Via Bertola

    Chiesa.
    Edificio di valore documentario del gusto eclettico ottocentesco. Opera dell'ing. Pietro Carrera risalente al 1869.

    ASCT, Progetti Edilizi, f. 83/1865; G. MARZORATI, 1923, p. 215.
    Tavola: 41

    • Bibliografia
    • Fonti Archivistiche
    • ASCT Fondo danni di guerra, inv. 209, cart. 4, fasc. 39, n.ord. 3
    • Fototeca
    • Ente Responsabile
    • Associazione Volarte
    • Museo Diffuso della Resistenza della Deportazione della Guerra dei Diritti e della Libertà