Home \ Palazzo Nuovo
Scheda: Luogo - Tipo: Edifici

Palazzo Nuovo

Palazzo Nuovo, Università degli studi. Fotografia di Fabrizia Di Rovasenda, 2010. © MuseoTorino

Oggetto di critiche fin dalla sua costruzione per il coraggioso inserimento in un tessuto urbano storico, Palazzo Nuovo opera una rottura con i metodi costruttivi tradizionali, ricorrendo all’utilizzo dell’acciaio, e con i linguaggi consolidati sperimentando i temi delle megastrutture.


Lat: 45.0682567733923 Long: 7.694903612136841

Costruzione: 1958 - 1968

Restauro: 2014
Lavori di riqualificazione energetica dell'involucro del Palazzo

  • Indice
  • Categorie
  • università
    • Tag
  • mostra contemporanea
  • Nel 1958 l’Università degli studi di Torino bandisce un concorso per la progettazione della nuova sede delle Facoltà umanistiche, da costruire al posto degli edifici militari tra via Sant’Ottavio e via Verdi. Si aggiudicano la gara, ex aequo, Gino Levi-Montalcini e il gruppo di Felice Bardelli, Sergio Hutter e Domenico Morelli. I quattro architetti torinesi sviluppano insieme il progetto esecutivo, che dispone i volumi su fasce parallele: il corpo lineare alto 28 m, che ospita aule piccole al primo piano, e uffici e dipartimenti nei quattro livelli soprastanti, un blocco di altezza inferiore (14 m) destinato alle aule di media grandezza e collegato a quello principale tramite corpi vetrati dedicati alla distribuzione, e la serie di grandi aule in aderenza al corpo principale.

    Il cantiere sperimenta la costruzione di una struttura interamente in acciaio, tra le prime a Torino, e realizza un edificio fuori scala rispetto al tessuto edilizio circostante, esito di un bando che richiede cubature e funzioni da insediare di molto eccedenti rispetto alle dimensioni limitate del lotto a disposizione. La scelta compositiva opta per la denuncia delle diverse funzioni insediate tramite la loro identificazione con altrettanti volumi, e la messa in evidenza della struttura portante.

    Nel corso degli anni sono stati apportati adeguamenti funzionali, ristrutturazioni, bionifiche. oltre alla realizzazione della biblioteca del Dipartimento di studi storici intitolata allo storico Giovanni Tabacco (1914-2002), al posto dei garage interrati (progetto dello studio torinese Buonomo Veglia).

    Sull’area antistante, piazzale Aldo Moro, è in corso la realizzazione di un complesso per funzioni amministrative e servizi connesso a Palazzo Nuovo.

    Palazzo Nuovo è attualmente sede dei Dipartimenti di Studi Storici, Filosofia e scienze dell'educazione, Studi umanistici, Lingue e letterature straniere e culture moderne dell'Università degli studi.

    Note

    Da Politecnico di Torino Dipartimento Casa-Città, Beni culturali ambientali nel Comune di Torino, Società degli Ingegneri e degli Architetti in Torino, Torino 1984:
    PALAZZO NUOVO - FACOLTÀ UMANISTICHE
    Via S. Ottavio 20, Via Verdi, Corso S. Maurizio, Via Roero di Cortanze

    Edificio per sede universitaria.
    Segnalazione di edificio d'interesse documentario; costituisce una cospicua presenza nel contesto edilizio, seppure discutibile come inserimento urbanistico.
    Progetto di D. Morelli, S. Hutter, G. Levi Montalcini, F. Bardelli, D. Donato, realizzato tra il 1961 e il 1966.

    "L'Architettura - Cronache e Storia", 1975, n. 240; AA.VV., Guida, 1982, pp. 194-195.
    Tavola: 42

    • Bibliografia
    • Sitografia
    • Ente Responsabile
    • Mostra Torino: storia di una città