Home \ Rifugio antiaereo al Parco “Giacomo Leopardi”
Scheda: Luogo - Tipo: Edifici

Rifugio antiaereo al Parco “Giacomo Leopardi”

È uno dei due ricoveri pubblici di protezione antiaerea scavati nella collina torinese.


Realizzazione: 1940

Abbandono: 1945

  • Indice
  • Categorie
  • rifugio antiaereo
  • Sulla riva destra del Po, sotto la collina, sul piazzale antistante l’ingresso del Parco “Giacomo Leopardi” (reso pubblico dal 1937) e all’interno del parco stesso, in corrispondenza del primo tornante, sono visibili i quattro ingressi, oggi murati, dei rifugi antiaerei che riportano la sigla P.A.A. (Protezione Anti Aerea). A partire da ogni accesso si diparte un corridoio rettilineo che penetra nella collina intersecando, ad una profondità di circa 30 metri, quattro lunghe gallerie in cemento, a loro volta intersecate da due più corte in modo da formare una griglia ortogonale sotterranea. Costruito durante la Seconda Guerra Mondiale il rifugio offriva riparo e protezione a molte centinaia di persone.

    • Bibliografia
    • Sitografia
    • Fonti Archivistiche
    • Istituto piemontese per la storia della resistenza e della società contemporanea “Giorgio Agosti” (ISTORETO), Giorgio Pastero, Laura Mazzariol, Silvia Perona, Ricoveri pubblici di protezione Anti Arerea, (censimento), Torino aprile 2001.
    • Archivio di Stato di Torino (ASTo), Eventi Bellici-Cat. Protezione civile.
    • Archivio della città di Torino (ASTC), Affari Lavori Pubblici, Settore ponti, canali e fognature, Elenco dei Ricoveri di P.A.A. Eseguiti dalla DIVne. IIa . ora proprietà della divisione IV a., cart-17-30.
    • Fototeca

    Temi correlati

    • Ente Responsabile
    • CeSRAMP - Centro Studi e Ricerche storiche sull’Architettura Militare in Piemonte