Home \ Istituto Tecnico Commerciale statale Germano Sommeiller
Scheda: Luogo - Tipo: Edifici

Istituto Tecnico Commerciale statale Germano Sommeiller

L'edificio di tre piani fuori terra, scandito al suo interno in 101 locali, era compreso fra le vie Volta, Arsenale, San Quintino e corso Oporto. Ospitò l'Istituto Sommeiller fino al secondo conflitto mondiale, quando fu raso al suolo dai bombardamenti. Gli alti caseggiati di civile abitazione che attualmente sorgono sul sito dell'Istituto sono di recente costruzione.


VIA ARSENALE 35

Costruzione: 1863

Bombardamento: 18 Novembre 1942

Bombardamento: 28 Novembre 1942

Bombardamento: 08 Dicembre 1942

Bombardamento: 13 Luglio 1943

  • Indice
  • Categorie
  • bombardamento
  • scuola
    • Tag
  • bombardamenti
  • Storia dell'istituto

    Nel 1805 venne istituita la scuola civica per misuratori (geometri), poi trasformata, nel 1852, in Regio Istituto Tecnico di Torino con sede nel Collegio Classico di Porta Nuova, in contrada delle Finanze. Nel 1859 l'Istituto, sotto la guida del preside Ascanio Sobrero, inventore della nitroglicerina, prevedeva tre sezioni: commerciale, per  geometri e fisico-matematica.

    Tra il 1863 e il 1865 la scuola, la cui sede nel frattempo si trasferì in corso Oporto (corso Giacomo Matteotti), tra via Arsenale e via San Quintino, vide ampliarsi l'offerta formativa e nel 1865 la denominazione divenne Regio Istituto Professionale. Nel 1882 fu intitolato a Germano (o Germain) Sommeiller, progettista del traforo ferroviario del Frejus.

    Il 18 novembre del 1942 l’edificio, di tre piani fuori terra, subì un primo violento bombardamento aereo. Ne subì altri, il 28 novembre e l’8 dicembre 1942 nonché il 13 luglio 1943; il Sommeiller andò completamente distrutto (danni gravi si registrarono a impianti elettrici, idraulici, tetto, plafoni, volte) e non fu più ricostruito. Il materiale scientifico, la biblioteca di oltre 14.000 volumi, l'archivio e le attrezzature didattiche andarono perduti. Nel 1954 il Sommeiller, che da tempo necessitava di nuovi spazi, si trasferì nell'attuale sede di corso Duca degli Abruzzi, dotata di ampie aule e numerosi laboratori.

    Fra gli allievi dell'Istituto si ricordano Luigi Longo, Giuseppe Saragat, Vittorio Valletta. Tra i docenti, si ricordano Luigi Einaudi, il critico letterario Giorgio Calcaterra, lo storico Giorgio Falco, il filosofo del diritto Gioele Solari (1).

    Note

    (1) http://www.sommeiller.it/istituto/istituto.htm

    • Bibliografia
    • Sitografia
    • Fonti Archivistiche
    • ASCT, Fondo danni di guerra, inv. 137, cart. 3, fasc. 26, n. ord. 1
    • Ente Responsabile
    • Museo Diffuso della Resistenza della Deportazione della Guerra dei Diritti e della Libertà