Home \ Scuola elementare Santorre di Santarosa
Scheda: Luogo - Tipo: Edifici

Scuola elementare Santorre di Santarosa

Storica scuola dall’elegante edificio liberty, si trova nel cuore della vecchia Torino in Borgo San Paolo. La scuola fu bombardata tre volte nel corso del conflitto: la prima volta il 18 novembre 1942, la seconda volta il 17 agosto del 1943, infine il 4 giugno 1944.


VIA PAOLO BRACCINI 70

Progetto: 1914

Inaugurazione: 1921

Bombardamento: 18 Novembre 1942

Bombardamento: 17 Agosto 1943

Bombardamento: 04 Giugno 1944

  • Indice
  • Categorie
  • bombardamento
  • edificio pubblico
  • asilo
  • archivio
  • liberty
  • scuola
    • Tag
  • bombardamenti
  • 1. Storia dell'edificio

    Deliberata nel 1914 la costruzione di un edificio scolastico, l’ingegnere comunale Camillo Dolza progetta un’ampia struttura con 48 aule, due palestre e diversi locali per direzione, insegnanti e bidelli. Il fabbricato ha anche un ampio sotterraneo con intercapedini e locali per cucina e dispensa. Tutti i locali sono dotati di un sistema di riscaldamento a vapore. Il progetto prevede anche la dotazione di docce ma le difficili condizioni del mercato, segnate dalla crisi di inizio Novecento, suggeriscono di aspettare. L’edificio, inaugurato in forma solenne il 17 aprile 1921, si caratterizza per grandiosità di locali, abbondanza di aria e di luce e signorilità degli ambienti: «se non fosse ineccepibilmente notorio che Torino detiene il primato tra tutte le città italiane per l’istruzione elementare basterebbe una visita agli edifici scolastici del Borgo San Paolo per darne la più chiara ed evidente conferma»¹. Intitolata a Santorre Santarosa (1783-1825, patriota e rivoluzionario), la scuola accoglie gli alunni che prima seguivano le lezioni in locali privati in via Luserna.

    Negli anni immediatamente successivi all’apertura si istituiscono scuole di canto, di ginnastica, giardinaggio, oltre a un corso di economia domestica e uno di “buona massaia”. Inoltre la Santorre crea una fanfara degli allievi che porta il nome di Giulio Battipaglia. Il patronato scolastico supporta circa 800 degli oltre 1.000 allievi e consente di disporre di apparecchi per proiezioni fisse e cinematografiche educative. La scuola provvede anche ai bisogni della popolazione aprendo un doposcuola per i figli di operai, che conta 200 iscritti, e una scuola estiva. È sede inoltre di una biblioteca circolante municipale. Poco dopo l’apertura, alcune famiglie degli alunni chiedono, per motivi di distanza dalla scuola, di riaprire i locali della vecchia sede di via Luserna: il Comune concede l’istituzione della prima e della seconda elementare in quella che diviene ufficialmente la succursale. Il numero degli alunni è in continua crescita e si rende necessario l’affitto di altri locali privati in via Challant.

    La guerra segna pesantemente la scuola che riporta 12 locali interamente distrutti e 31 sinistrati. Dopo la ricostruzione la vita del Santorre continua a caratterizzarsi per l’alto numero di allievi che porta negli anni Sessanta ad avere una succursale in corso D’Albertis (dove poi verrà costruita l’elementare Dal Piaz) e nel decennio successivo una in via Berta 15 (attuale succursale della Salgari) e una seconda in via San Bernardino 13 con solo le classi dalla terza alla quinta. Oggi la scuola non ha più succursali ma forma un unico plesso con la vicina scuola materna che porta lo stesso nome. Il numero degli alunni elementari negli ultimi anni è di circa 500 iscritti. Essi partecipano a un progetto di valorizzazione e messa in rete della propria biblioteca e dispongono di un archivio scolastico che, tra le altre cose, conserva un autografo di Santorre Santarosa. Dal 19 maggio 2013 la scuola ha allestito, al suo interno, il museo scolastico Santorre di Santarosa.

    2. Bombardamenti

    La scuola fu bombardata tre volte nel corso del conflitto: la prima volta il 18 novembre 1942, la seconda volta il 17 agosto del 1943, infine il 4 giugno 1944.

    Note

    ¹ Abate Daga P., Alle porte di Torino (Studio storico critico dello sviluppo della vita e dei bisogni delle regioni periferiche della città), Italia ind. art., Torino, 1926, p. 16.

     

    Da Politecnico di Torino Dipartimento Casa-Città, Beni culturali ambientali nel Comune di Torino, Società degli Ingegneri e degli Architetti in Torino, Torino 1984:
    SCUOLA ELEMENTARE S. SANTAROSA
    Isolato compreso tra le Vie Malta, Braccini, Chiomonte, S. Paolo

    Edificio per l'istruzione destinato a scuola elementare.
    Edificio per l'istruzione di valore documentario ed ambientale dotato anche di un notevole apparato decorativo, concorre a caratterizzare una parte del Borgo S. Paolo.
    Edificio costruito negli anni dal 1915 al 1920 su progetto dell'ing. Dolza per conto del Comune di Torino.

    AECT, Progetti Edilizi, f. 69/1925; L. OTTINO, 1951.
    Tavola: 48

    • Bibliografia
    • Sitografia
    • Fonti Archivistiche
    • Miscellanea Istruzione 514. Piano Quinquennale di Edilizia Scolastica Materna e dell’Obbligo. Città di Torino.
    • Città di Torino. Ripartizione VII. Istruzione, Ufficio rilevazioni statistiche scolastiche Rivista Torino.
    • ASCT Fondo danni di guerra, inv. 1503, cart. 31, fasc. 82, n.ord. 1
    • Fototeca
    • Ente Responsabile
    • Fondazione Tancredi di Barolo
    • Museo Diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà.