Scheda: Luogo - Tipo: Edifici

Centro di Interpretazione IV Circoscrizione - EUT

La struttura, inaugurata nel 2008 nell’ambito del progetto Ecomuseo Urbano di Torino, è un presidio territoriale per la tutela attiva della storia e del patrimonio culturale locale, aperto alle esigenze di chi compie ricerche, studia e valorizza le memorie della città.


VIA GIACOMO MEDICI 28

Progetto: 2008
inaugurazione

Categorie

  • centro espositivo | museo | fabbricato

Il basso fabbricato a un piano fuori terra, in paramano con copertura cementizia che riprende il marcapiano dell’edificio al numero civico 26, fino all’ottobre 2007 ospitava un centro socio-terapeutico per persone disabili, trasferitosi in seguito presso il centro diurno socio-terapeutico riabilitativo di via Bogetto 3. Dopo alcuni lavori di ristrutturazione, dall’11 dicembre 2008 l’edificio è sede del Centro di Interpretazione della IV Circoscrizione dell’EUT (Ecomuseo Urbano di Torino), un progetto della città realizzato in collaborazione con le circoscrizioni che svolgono il ruolo di portavoce degli abitanti.
L’EUT, nato nel 2004, è uno strumento per contribuire alla tutela del patrimonio diffuso nei quartieri di Torino, grazie anche ai centri di interpretazione, aperti in nove circoscrizioni, nei quali è possibile consultare documenti, ma anche partecipare alla costruzione del progetto e alla realizzazione delle attività.
Il Centro di Interpretazione della IV Circoscrizione dispone di una grande sala - in grado di ospitare fino a 75 persone - da utilizzare per attività espositive permanenti o temporanee; vengono inoltre organizzate presentazioni multimediali, proiezioni, conferenze e attività didattiche per le scuole, per le quali ci si può servire di una tribuna retrattile e di una tribuna fissa angolare, con videoproiettore a soffitto e schermo motorizzato. Il centro è dotato di un archivio che raccoglie, conserva e rende disponibile la documentazione digitale e cartacea in dotazione, compresa quella conferita dai cittadini e dalle associazioni coinvolte.
Poiché il progetto EUT è un percorso nella memoria attraverso la storia delle trasformazioni del territorio, vengono affrontati numerosi ambiti tematici suddivisi per zone, tenendo conto delle vicende storiche della IV Circoscrizione.
Per la borgata Parella si analizzano il paesaggio rurale e le sue cascine, le vie d’acqua (Pellerina e Dora Riparia), le vie di comunicazione (corso Francia), il parco e la villa della Tesoriera.
Del quartiere San Donato vengono indagati gli insediamenti industriali e l’urbanizzazione, che tengono conto anche di realtà poco conosciute come le prime fabbriche di birra e di cioccolato. Nella borgata Campidoglio l’attenzione è rivolta alle tracce lasciate dalla seconda guerra mondiale e dalla Resistenza, quali il Sacrario del Martinetto, testimone della fucilazione di 59 partigiani e resistenti e il rifugio antiaereo di piazza Risorgimento.

Fonti Archivistiche

  • Archivio Edilizio della Città di Torino, Pratiche edilizie, 2008, reg. 3, prog. 4127, reg. 3 prog. 8650.

Luoghi correlati

Temi correlati

Ente Responsabile

  • Associazione L&M – I Luoghi e la Memoria