Home \ Bombardamenti e danni di guerra: i luoghi della cultura
Scheda: Tema - Tipo: Storia

Bombardamenti e danni di guerra: i luoghi della cultura

Nel corso dei bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale furono danneggiati o distrutti numerosi luoghi della cultura.


Inizio: 1940

Fine: 1945

  • Indice
  • Categorie
  • bombardamento
  • biblioteca
  • museo
  • residenza sabauda
  • palazzo
  • castello
  • cinema
  • teatro
    • Tag
  • bombardamenti
  • Musei, archivi, biblioteche, istituti culturali ed edifici storici di grande valore artistico e architettonico ed anche cinema e teatri furono danneggiati o distrutti durante il Secondo Conflitto Mondiale.

    Furono ad esempio completamente distrutti i teatri Balbo e Chiarella e la Biblioteca Civica, che fu ricostruita nello stesso sito. Tra i pochi monumenti visibili in città, testimonianza dei tragici eventi bellici di quegli anni, citiamo la medievale casa Broglia, su cui la ricostruzione postbellica ha evidenziato le parti perdute, e il Teatro Torino, di cui resta ancora parte dello scheletro.

    Le schede degli edifici danno conto, in uno specifico paragrafo, dei danni subiti, e presentano le planimetrie degli isolati relativi (in rosso i piani o le porzioni di fabbricato distrutte, in blu le parti sinistrate). Nelle schede sono altresì presenti due tipi di mappe delle zone della città che danno un quadro d'insieme decisamente significativo: la prima con i danni subiti dall'area, che presenta le zone più gravemente colpite in rosso e in rosa quelle con danni più lievi; la seconda con i punti in cui sono cadute bombe e spezzoni incendiari. La scheda UPA, Ufficio Protezione Antiaerea, fornisce alcune indicazioni sui fondi archivistici consultati, digitalizzati e resi disponibili online.

    • Bibliografia
    • Sitografia
    • Fonti Archivistiche
    • Archivio Storico della Città di Torino, Fondo danni di guerra
    • Ente Responsabile
    • Museo Diffuso della Resistenza della Deportazione della Guerra dei Diritti e della Libertà
    • MuseoTorino