Home \ Pietro Fenoglio (Torino, 1865 - Corio, Torino, 1927)
Scheda: Soggetto - Tipo: Persona

Pietro Fenoglio (Torino, 1865 - Corio, Torino, 1927)

Nessuna Immagine

Architetto e ingegnere, considerato tra i principali interpreti del liberty torinese. Orienta la sua attività progettuale nel campo dell’edilizia residenziale e in quello dell’architettura industriale, lasciandone ampia traccia sul territorio cittadino. Muore a Corio Canavese nel 1927.


Nascita: 03 Maggio 1865

Morte: 22 Agosto 1927

  • Indice
  • Categorie
  • liberty
  • ingegnere
  • architetto
  • Nasce a Torino nel 1865 da una famiglia di costruttori edili e frequenta la Regia Scuola di applicazione per ingegneri di Torino, laureandosi nel 1889. Subito dopo inizia un’intensa attività professionale, raggiungendo rilevanti risultati in ambito architettonico.

    Dopo aver partecipato all’organizzazione dell’Esposizione Internazionale d’Arte Decorativa di Torino del 1902, orienta il suo stile verso il Liberty, realizzando numerosi interventi edilizi di carattere residenziale tra i quali si ricordano, Villa Scott in corso Giovanni Lanza (1902), la casa Fenoglio-Lafleur, luogo simbolico del liberty cittadino, in via Principi d’Acaia 11 (1902), le case della Società Torinese Abitazioni Popolari di via Marco Polo (1903) e di via Revello (1909) e il Villaggio Leumann (1903) a Collegno. Eletto consigliere comunale nel 1902, è attivo anche in campo editoriale: compare infatti tra i fondatori de «L’architettura italiana moderna», importante rivista di architettura.

    La sua attività di progettista abbraccia anche il campo dell’architettura industriale: la Conceria Fiorio (1900), il Birrificio Metzger (1903), la Manifattura Gilardini (1904), la Fabbrica Itala (1905), le Concerie Italiane Riunite (1906), la Fonderia e Smalteria Ballada (1906) e la Venchi Unica (1907) sono solo alcuni dei numerosi interventi realizzati sul territorio cittadino. Abbandonata l’attività di progettazione, nel 1912 entra a far parte del Consiglio di Amministrazione della Banca Commerciale Italiana ed è tra i promotori della Società Idroelettrica Piemonte. Le attività legate al campo finanziario-industriale lo impegnano fino alla morte, avvenuta a Corio Canavese il 22 agosto 1927.

    Cronologia

    1889 consegue la laurea in ingegneria alla Regia Scuola di applicazione per ingegneri di Torino;

    1902 è tra gli organizzatori dell’Esposizione Internazionale d’Arte Decorativa di Torino;

    1902 è eletto consigliere comunale nel Comune di Torino;

    1900-1908 realizza alcune tra le più importanti opere in ambito di edilizia residenziale e civile;

    1912 abbandona l’attività progettuale ed entra a far parte del Consiglio di Amministrazione della Banca Commerciale Italiana.

     

    • Bibliografia
    • Sitografia
    • Dizionario biografico degli italiani http://www.treccani.it/enciclopedia/pietro-fenoglio_(Dizionario-Biografico)/
    • Ente Responsabile
    • ISMEL