Home \ “Habitat” i muri dipinti da Millo in Barriera di Milano
Scheda: Tema - Tipo: Arti

“Habitat” i muri dipinti da Millo in Barriera di Milano

B.ART – Arte in Barriera è un bando internazionale di arte pubblica finalizzato ad aumentare la qualità urbana e l’attrattività ambientale attraverso la realizzazione di interventi artistici diffusi nel quartiere di Barriera di Milano.


Lat: 45.0848932250001 Long: 7.693555891491997

Inizio: 2014

  • Indice
  • Categorie
  • decorazione murale
  • arte urbana
    • Tag
  • Millo
  • murales
  • Il bando B.ART, promosso dalla Città di Torino, dal Comitato Urban Barriera indetto e coordinato dalla Fondazione Contrada Torino si inserisce nel Programma Urban Barriera di Milano, finanziato dalla Città di Torino, dalla Regione Piemonte e dalla Comunità Europea, che opera con oltre trenta progetti sul piano fisico, economico e socio - culturale per la riqualificazione dell'area di Barriera di Milano, quartiere storico della zona nord della città.

    Il bando B.ART, aperto ad artisti, grafici, designer, architetti, è stato vinto da Millo, street artist pugliese, classe 1979, con il progetto Habitat.

    Il progetto si colloca all’interno delle numerose e positive esperienze di arte pubblica già sperimentate a Torino e introduce alcuni aspetti fortemente innovativi tra i quali la scelta di un unico concept che, come un racconto, si sviluppa su alcuni muri e facciate cieche di edifici di Barriera con l’obiettivo di dare al quartiere un’immagine unitaria ed evocativa, declinabile anche su oggetti di uso comune.

    Innovativa è stata anche la modalità di selezione: una giuria di esperti si è occupata di valutare le orttantacinque proposte pervenute, scegliendo quattro progetti finalisti. Tra questi, una giuria di territorio, composta dai rappresentanti degli edifici oggetto di intervento, delle scuole, delle associazioni e delle attività commerciali con sede sul territorio e dai cittadini residenti che si sono accreditati, ha votato il progetto vincitore.

    Millo, con il progetto Habitat, ha dunque trasformato 13 facciate cieche di Barriera di Milano in altrettante opere di arte pubblica.

    Tredici immagini, quasi tutte in bianco e nero, di forte impatto, legate da un unico filo conduttore: il rapporto tra l’uomo, perennemente fuori scala, e il tessuto urbano. In ciascuna delle opere infatti un personaggio gigante compie azioni diverse interagendo con palazzi, oggetti, animali e persone, è sempre intento a fare qualcosa e rappresenta la possibilità di lasciarsi stupire da ciò che ci circonda

    Millo nasce a Mesagne (Brindisi), nel 1979, dopo gli studi in Architettura indirizza la sua ricerca artistica alla resa pittorica, su grandi superfici, del rapporto tra l’individuo e lo spazio urbano. Riceve diversi premi e riconoscimenti in ambito nazionale tra cui il Premio Celeste e partecipa a numerosi eventi di street art italiana. Roma ospita due delle sue mostre personali “Nell’aria c’è un mondo invisibile” nel 2011 e “Missing” nel 2012. Le sue opere sono esposte a Milano, Bologna, Firenze, Parigi, Lussemburgo e Londra (1).

    Note

    (1) si veda: B.ART: 85 progetti per un quartiere che parla al mondo, in “Il corriere di Barriera” n. 23 settembre ottobre 2014, pp. 6 - 7

    • Bibliografia
    • Sitografia
    • Ente Responsabile
    • Comitato Urban Barriera di Milano
    • Fondazione Contrada Torino Onlus
    • MuseoTorino