Scheda: Luogo - Tipo: Edifici monumentali

Sinagoga

Dopo diverse vicissitudini di carattere finanziario e tecnico, la Sinagoga della comunità ebraica fu inaugurata nel 1884 nella zona di Porta Nuova, nell’allora recente quartiere di San Salvario, in Via San Pio V, 12 (ora piazzetta Primo Levi, 12).  La Sinagoga fu distrutta dai bombardamenti del 1942 e poi ricostruita.


PIAZZETTA LEVI PRIMO 12/A

Progetto: 1880

Inaugurazione: 1884

Bombardamento: 20 Novembre 1942

Rifacimento: 1945 - 1949
ricostruzione

Categorie

  • bombardamento | edificio religioso

Tag

  • mostra contemporanea | bombardamenti

1. Storia dell'edificio

Acquisiti i diritti civili grazie alla concessione dello Statuto Albertino nel 1848, la comunità ebraica torinese cominciò a spostarsi dal ghetto di piazza Carlina verso altre zone della città e decise la costruzione di una sinagoga con annessa scuola ebraica. Un primo concorso pubblico nel 1859 vide vincitore il progetto di Alessandro Antonelli, che risultò però sproporzionato rispetto alla disponibilità finanziaria e alla consistenza numerica della comunità degli ebrei torinesi. La costruzione venne così interrotta e nel 1875 venne concluso uno scambio con il Municipio cui andava l’edificio da terminare (la Mole antonelliana) mentre alla comunità un terreno nel quartiere di San Salvario sul quale realizzare un tempio di dimensioni più contenute. L’architetto Enrico Petiti (1838-1898) risultò vincitore del nuovo concorso del 1880 e realizzò un edificio caratterizzato da quattro torri a cupola di stile moresco e da un portico con colonne tortili sormontato da un grande rosone. La struttura accuratamente decorata, che ospitava la grande sala quadrangolare riservata al culto e altri ambienti destinati alla scuola e alla comunità, venne distrutta durante i bombardamenti del 20 novembre 1942 e ricostruita dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, tra 1945 e 1949. Nei locali un tempo adibiti alla cottura delle azzime, è stata realizzata una suggestiva sinagoga ad anfiteatro raccolta intorno agli arredi settecenteschi, la Tevah e l’Aron, provenienti dalla sinagoga barocca di Chieri. Il risultato è Il Tempio piccolo, un manufatto ipogeo di straordinario impatto, progettato, negli spazi e negli arredi, da Giorgio Olivetti e inaugurato il 22 dicembre 1970.

 

2. Bombardamenti

La Sinagoga fu colpita dal bombardamento notturno del 20 novembre 1942, da aerei della RAF con bombe di grosso e grossissimo calibro. Le bombe incendiarie distrussero completamente il luogo di culto ebraico.

Note

Da Politecnico di Torino Dipartimento Casa-Città, Beni culturali ambientali nel Comune di Torino, Società degli Ingegneri e degli Architetti in Torino, Torino 1984:
TEMPIO ISRAELITICO
Via S. Pio V 12, Via S. Anselmo

Edificio religioso.
Edificio religioso di valore storico-artistico, esempio di gusto eclettico di ispirazione moresca. Progettato dall'ing. Enrico Petiti nel 1880.

ASCT, Progetti Edilizi, f. 220/1880: M. LEVA PISTOI, 1969, pp. 120 sgg.
Tavola: 49

Bibliografia

Fonti Archivistiche

Temi correlati

Luoghi correlati

Eventi correlati

Itinerari correlati

Ente Responsabile

  • Mostra Torino: storia di una città
  • Museo Diffuso della Resistenza della Deportazione della Guerra dei Diritti e della Libertà